Seleziona una pagina

EVENTI

< 2022 >
Luglio 10 - Luglio 16
  • 10

    46ª REGGELLO-VALLOMBROSA

    Tutto il giorno
    2022.07.10

    4º Memorial Massimo Montaghi

    Corsa in salita Competitiva e non competitiva Km 13,200 D+ m 650 – partenza ore 9.00 da piazza Roosevelt ed arrivo all’Abbazia di Vallombrosa – ritrovo atleti per consegna pettorale Piazza Potente (Reggello) a partire dalle ore 7.30
    eco Passeggiata Km 5 – partenza ore 9.00 ed arrivo c/o Abbazia di Vallombrosa

    Per maggiori informazioni: http://www.podistiresco.it/reggello-vallombrosa.html

  • 11
    Nessun evento
  • 12
    Nessun evento
  • 13
    Nessun evento
  • 14
    Nessun evento
  • 15

    Concerto Pro Musica Girls’ Choir diretto dal M° Denes Szabo

    18:00-19:30
    2022.07.15

    Venerdì 15, ore 18 – Pieve di Cascia

    Un Coro ungherese di oltre 40 componenti fa tappa a Cascia, diretti dal M° Denes Szabo.

    Il Pro Musica Girls’ Choir è stato considerato uno dei cori di eccellenza a livello
    internazionale fin da quando, nell’anno stesso della sua costituzione, 1986, ha
    vinto il suo primo concorso.

    Il repertorio del coro spazia dalla musica rinascimentale alla musica contemporanea, non dimenticando la musica tradizionale ungherese. Il direttore del coro, Dénes Szabò, è stato insignito dei più alti riconoscimenti ungheresi per la sua attività.

  • 16
    Nessun evento

LINK UTILI

TERRITORIO E FLORA DELLA FORESTA DI SANT’ANTONIO

La Foresta si trova nella catena montuosa del Pratomagno, una dorsale che corre parallelamente all’Appennino per i suoi 40 Km di lunghezza, dal Passo della Consuma (Pelago, Firenze) fino a sud di Talla (Arezzo). Il Pratomagno delimita il bacino del Valdarno Superiore a Nord-Est e chiude la valle del Casentino a Sud-Ovest. A settentrione, la foresta cresce lungo il crinale principale del Pratomagno, da Poggio della Risala (m 1485 s.l.m.) fino al Varco di Reggello (m 1354 s.l.m.); più a sud se ne discosta, per seguire invece il crinale secondario di Poggio Castelluccio, a confine con il comune di Castelfranco di Sopra (AR).

La morfologia è accidentata: vi sono ripide pendici, crinali marcati, balzi rocciosi e fossi profondi che confluiscono nel torrente Resco assieme ai borri di Sant’Antonio, della Rota e della Stufa. L’altimetria media è compresa fra 950 e 1000 metri, con minimi intorno ai 600 m ed un massimo di 1490 metri lungo il crinale principale. La Foresta di Sant’Antonio copre un’area di circa 900 ettari.

Per saperne di più:
Vegetazione e flora della Foresta

Richiedi
info!

State cercando un hotel o un agriturismo, volete maggiori informazioni su orari dei nostri musei, avete altre domande?

Come raggiungerci
MENU