Seleziona una pagina

EVENTI

< 2017 >
Agosto
DLMMGVS
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

LINK UTILI

Sant’Agata ad Arfoli

Tradizione vuole che anche la costruzione di Sant’Agata ad Arfoli si debba alla contessa Matilde di Canossa (vedi pagina Le Pievi), e che sia la più antica della diocesi fiesolana.
Secondo alcuni ricercatori la fondazione della chiesa risale al periodo dei Goti e, benché i documenti che la riguardano non fanno cenno alle sue origini, la sua prima menzione data al 1230.
Composto da chiesa, campanile, chiostro e canonica, il complesso di Sant’Agata ha subito ingenti lavori di restauro di fine anni ’60: la facciata romanica è stata liberata da un avancorpo di stile rinascimentale di finta pietra, aggiunto nel 1928. Sotto il portico, addossati alla facciata, vi erano gli affreschi raffiguranti scene della vita di Sant’Agata, ricollocati oggi nel presbiterio. Il campanile, dalla robusta forma di torre campanaria, fu aggiunto alla primitiva torre romanica nel 1665, come attesta un’iscrizione nel cornicione. Nella cornice del timpano si notato quattro piccole e logore teste umane, elementi decorativi caratteristici dell’ XI e XII secolo. Molto interessante anche l’interno, a navata unica, sia per la struttura architettonica che per le pitture di squisita fattura che ornano le sue pareti. Da una porta collocata nel transetto destro è possibile accedere al chiostro. La data scolpita sul portale d’ingresso rivela che il chiostro sorse nel 1228, forse in luogo di un semplice cortile preesistente.

Per saperne di più:
Il Castello di Arfoli

Richiedi
info!

State cercando un hotel o un agriturismo, volete maggiori informazioni su orari dei nostri musei, avete altre domande?

Come raggiungerci
MENU