Seleziona una pagina

EVENTI

< 2022 >
Iuglio
  • 01

    08:00-23:00
    2022.07.01-2022.07.10

    Da venerdì 24 giugno a domenica 3 luglio 2022 torna a Cascia di Reggello la Festa di San Pietro e Sagra del fungo porcino.

    Grandi protagonisti sono i funghi porcini, che sarà possibile assaggiare presso gli stand gastronomici della festa tutte le sere a cena e, sia il sabato che la domenica, anche a pranzo.

    Inoltre, fin dalle 8 di mattina è possibile acquistare i porcini all’apposito mercatino.

    La festa prevede un calendario ricco di iniziative per grandi e piccini; segnaliamo l’apericena di apertura, venerdì 24 giugno, e il Gran Gala di San Pietro lunedì 27.

    Tutte le sere dopo cena intrattenimento con spettacoli, musica e giochi.


    Info: 338.8529456 – 328.1036539

  • 02

    08:00-23:00
    2022.07.02-2022.07.11

    Da venerdì 24 giugno a domenica 3 luglio 2022 torna a Cascia di Reggello la Festa di San Pietro e Sagra del fungo porcino.

    Grandi protagonisti sono i funghi porcini, che sarà possibile assaggiare presso gli stand gastronomici della festa tutte le sere a cena e, sia il sabato che la domenica, anche a pranzo.

    Inoltre, fin dalle 8 di mattina è possibile acquistare i porcini all’apposito mercatino.

    La festa prevede un calendario ricco di iniziative per grandi e piccini; segnaliamo l’apericena di apertura, venerdì 24 giugno, e il Gran Gala di San Pietro lunedì 27.

    Tutte le sere dopo cena intrattenimento con spettacoli, musica e giochi.


    Info: 338.8529456 – 328.1036539

  • 02

    Tutto il giorno
    2022.07.02

    Sabato 2 luglio ore 21Luigino Bruni economista, storico del pensiero economico, professore ordinario Università LUMSA

    Masaccio, Dante e Boccaccio: l’arte e l’economia in dialogo

    L’evento è parte della mostra Masaccio e i Maestri del Rinascimento a confronto, promossa e organizzata dal Museo Masaccio d’Arte Sacra e dal Comune di Reggello, e inserita nel progetto Terre degli Uffizi, ideato e realizzato da Fondazione CR Firenze e Gallerie degli Uffizi all’interno delle rispettive iniziative Uffizi Diffusi e Piccoli Grandi Musei.

    Luigino Bruni 2 luglio 2022 Pieve di Cascia ore 21

    Luigino Bruni 2 luglio 2022 Pieve di Cascia ore 21

  • 03

    08:00-23:00
    2022.07.03-2022.07.12

    Da venerdì 24 giugno a domenica 3 luglio 2022 torna a Cascia di Reggello la Festa di San Pietro e Sagra del fungo porcino.

    Grandi protagonisti sono i funghi porcini, che sarà possibile assaggiare presso gli stand gastronomici della festa tutte le sere a cena e, sia il sabato che la domenica, anche a pranzo.

    Inoltre, fin dalle 8 di mattina è possibile acquistare i porcini all’apposito mercatino.

    La festa prevede un calendario ricco di iniziative per grandi e piccini; segnaliamo l’apericena di apertura, venerdì 24 giugno, e il Gran Gala di San Pietro lunedì 27.

    Tutte le sere dopo cena intrattenimento con spettacoli, musica e giochi.


    Info: 338.8529456 – 328.1036539

  • 03

    Tutto il giorno
    2022.07.03

    Domenica 3 luglio a Pian di Melosa (Tosi) alle ore 17:00, appuntamento con Don Chisciotte, il gioco del vento spettacolo-animazione con attori e marionette ispirato alle figure di Don Chisciotte e Sancho Panza.

    Ingresso gratuito

LINK UTILI

Sant’Andrea a Tosi

Storia
Costruita nel territorio delle monache di Sant’Ilario in Alfiano (Sant’Ellero), la chiesa di Sant’Andrea è menzionata per la prima volta nel 1074; nel 1131 fu donata dal conte Guido al monastero di Vallombrosa, e confermata da Clemente III nel 1187. E’ ricordata tra le chiese del plebato di Pitiana nelle Decime del 1301. Sono testimoniate alcune donazioni stipulate nel chiostro della chiesa di Sant’Andrea a Tosi nel corso del XII secolo: nel 1147, 1148, 1181, 1243. Nel 1784 il vescovo di Fiesole, Mons. Ranieri Mancini, la distaccò dal monastero e, nel 1888, ebbe la fonte battesimale.

Architettura
Tranne l’impianto a navata unica a croce latina, non restano molte tracce della struttura originaria, che è stata in passato oggetto di numerose trasformazioni, l’ultima delle quali fra 1905 ed 1910: le tre cappelle del presbiterio furono aggiunte proprio in questo periodo. La facciata a capanna era in filaretto di arenaria nel 1830 vi furono aperte le due finestre che ancora oggi si vedono; alla fine del XIX secolo vi fu inserito un rosone. A destra della facciata si trovava un campanile a vela alto circa 2.50 m, demolito nel 1890 e ricostruito pochi anni più tardi.

Alla destra di chi entra si trova un altare consacrato nel 1520 per conto di Jacopo di Andrea Gai, dedicato a San Jacopo Apostolo; vi si custodiva a la tela di San Jacopo e Sant’Andrea del XVII secolo, restaurata nel 1982. L’altare di sinistra fu costruito per volere del popolo di Tosi nel 1677 in relazione alla Compagnia del Santo Rosario; era abbellito da un quadro ad olio raffigurante la Vergine che consegna il rosario a San Domenico, rimosso nel 1880 e sostituito con una pala in legno dorato.
Il campanile demolito alla fine dell’Ottocento aveva due campane: l’una del 1319, conservata dal 1963 presso la chiesa del Saltino, e l’altra del 1490, dedicata a San Giovanni Gualberto ed oggi appesa al centro del campanile.

Richiedi
info!

State cercando un hotel o un agriturismo, volete maggiori informazioni su orari dei nostri musei, avete altre domande?

Come raggiungerci
MENU