Seleziona una pagina

EVENTI

< 2021 >
Iuglio
DLMMGVS
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

LINK UTILI

Itinerario dettagliato

Il percorso, che inizia dal cancello dell’Abbazia, ha una struttura circolare e può essere agevolmente svolto in tre ore.

Costeggiando sul lato destro la vasca e camminando sulla strada asfaltata che porta verso la Consuma, sulla sinistra si trova un sentiero che conduce al Masso del Diavolo, dove si può ammirare una semplice cappella. Tornando verso il punto di partenza, ovvero al parcheggio asfaltato che costeggia l’Abbazia, si trovano sulla sinistra le indicazioni per il Paradisino. Questo tratto, tutto in salita, conduce dopo il ponte sul torrente Vicano sulla via lastricata, alla Cappella di San Torello.
Proseguendo sulla salita, sempre verso il Paradisino, si incontrano varie cappelle: quella del masso di San Giovanni Gualberto, quella delle colonne e quella del Beato Migliore. Arrivato al Paradisino è consigliabile fermarsi ad ammirare la splendida vista . A questo punto è visibile una strada asfaltata: se la si percorre sulla sinistra si trova la Cappella del Faggio Santo.

Ancora sulla strada asfaltata proseguendo verso Vallombrosa si trova un piazzale sterrato a destra, con indicazioni per la Cappella di Santa Caterina. Tornando sulla strada, ecco dopo poco la Cappella di San Girolamo.

Ritornati nei pressi dell’Abbazia, resta da visitare, scendendo lungo il viale, la Cappella della Fonte di San Giovanni Gualberto; inoltre lì vicino si erge una colonna in pietra: la croce della peste risalente al 1709. Proseguendo si arriva al Tabernacolo di San Sebastiano.

Il completamento del sentiero conduce nuovamente al viale dell’Abbazia.

Richiedi
info!

State cercando un hotel o un agriturismo, volete maggiori informazioni su orari dei nostri musei, avete altre domande?

Come raggiungerci
MENU